Mother Earth: Laura Nyro (1971)

E’ il 1971 Laura Nyro ha solo ventitrè anni. Ha già alle spalle i dischi per cui verrà purtroppo molto tardi, a causa di una critica non sufficientemente attenta, ricordata e celebrata: Eli and the Thirteenth Confession e New York Tendaberry. Ha altresì alle spalle molti brani da lei scritti e portati nei piani alti delle classifiche da altri artisti.
Ma nel 1971 Laura ha già compreso che quel successo, il big time, a lei è precluso.
Il problema di Laura è il carattere: chiuso, riservato, non incline alle moine richieste in quegli anni per una donna che vuole raggiungere il successo. E’ scontrosa, rifiuta ogni compromesso della discografia, non è fatta per scendere a patti con quel mondo.
E’ il Maggio 1971 quando sale sul palco del Fillmore East Auditorium di Bill Graham nella sua New York.
Su quel palco ci sono soltanto lei ed un pianoforte. Di fronte 2.600 avventori in religioso silenzio ma pronti ad esplodere in applausi scroscianti al termine di ogni esecuzione.
Il set prevede cover e brani propri, in varie occasioni uniti in medley. Il puro talento di Laura emerge in tutta la sua scintillante semplicità un pezzo dopo l’altro fino all’ultimo brano.
Il pubblico è caldo e partecipe, schiamazza, lei li invita gentilmente al silenzio “schh..schh”, qualche battuta, Laura prende qualche accordo, poi sussurra “i’d like to sing a new song called “Mother Earth”. Qualche cosa cade nella sala, lei dice “thank you” forse infastidita, il pubblico ride ….
E fa decollare una preghiera alla Madre Terra cantata all’inizio con voce flebile per poi riempirsi della dolcezza e della devozione di una liturgia che si conclude dopo otto minuti di incantesimo con un pubblico osannante.
La Terra cantata da Laura Nyro è pura armonia del creato.
Tutto questo resterà nella memoria dei soli 2.600 presenti nella sala fino al 2004 anno in cui verrà pubblicata la registrazione della serata sotto il titolo “Spread your wings and fly”.
Sette anni dopo la tragica morte di Laura.

Mother Earth

deep brown earth
profonda terra bruna

moon in the branches
luna tra i rami

have gone where
andati dove

nightingales sing
cantano gli usignoli

I love him, body and soul
Lo amo, anima e corpo

night songs pierce my ear and ring
i canti notturni perforano i miei timpani e risuonano

do you believe in Mother Earth?
Credete in Madre Terra ?

she will hear you
vi ascolterà

the earth smells of her
il terreno ha il suo profumo

and God is her lover
e Dio e’ il suo amante

she will hear you
vi ascoltera’

with wisdom and love
con saggezza e gioia

life, I know is the natural blues
la vita è il blues naturale

natural like earth and God above
naturale come la terra e Dio sopra di noi

first step to heaven is to pay your dues
il primo passo verso il paradiso e’ saldare i debiti

roots and meanings flyin’ love
radici e significati, amore che si libra

bless the train
Sia benedetto il treno

on the cold snowy winter track
sulla rotaia fredda imbiancata d’inverno

the wind takes you back home
il vento ti porta a casa

and you may go to the northwest passage
e ti puoi dirigere verso il passaggio a nordest

but never from your heart must you roam
ma non allontanarti mai dal tuo cuore

peace and joy to the world
pace e gioia al mondo

 

 

Ettore Craca

"Nel suono, nella pagina, nel viaggio, nell'amore io sono. In ogni altro luogo e tempo non sono".