Stanlio e Ollio – Risate in Musica

Bentornati. Oggi parliamo di colonne sonore, ed in particolare quelle legate ad una coppia che non ha smesso di divertire il pubblico da un secolo a questa parte: Stan Laurel e Oliver Hardy.

Laurel e Hardy iniziano i primi passi nella nuovissima arte cinematografica rispettivamente nel 1910 in una compagnia di cui faceva parte anche Charlie Chaplin, e nel 1914 in un film della casa produttrice Lubin. Il primo cortometraggio in cui i due appaiono per la prima volta insieme e’ “The Lucky Dog” del 1921.
Da quel punto in avanti, la coppia interpreto’ 106 pellicole, tra cortometraggi e lungometraggi, e riusci’ anche a sopravvivere alla transizione tra il muto e il sonoro, con il loro primo cortometraggio sonoro girato nel 1929 (Unaccustomed as we are). Titoli quali “I Figli Del Deserto” (The Sons of the Desert, 1933), “Fra’ Diavolo” (The Devil’s Brother, 1933), “I Diavoli Volanti” (Flying Deuces, 1939) sono entrati di pieno diritto nella storia del cinema di tutti i tempi.
Come tutti gli attori dell’epoca del muto, a Laurel e Hardy non veniva solo richiesto di recitare, ma dopo l’introduzione del sonoro, anche di cantare; Oliver Hardy aveva una notevole dote naturale per il canto, e fu lui ad eseguire la maggior parte delle canzoni nei loro film, mentre Laurel aveva un ruolo piu’ da accompagnatore nei duetti. Alcuni dei loro film sono oggi considerati dei musical visto il numero di canzoni che ne popolano la trama, e alcuni dei motivi e delle musiche dei loro film hanno alcuni interessanti retroscena.
Iniziamo dal motivetto piu’ famoso legato a Laurel e Hardy, ovvero la musica che accompagna quasi tutti i titoli iniziali delle loro pellicole dal 1930 in avanti: The Dance of the Cuckoos. Il breve motivo venne composto da Marvin Hatley, che lavorava agli studios di Hal Roach; per qualche tempo venne usato per segnare gli intervalli delle trasmissioni radio; nel 1930 venne usato per la prima volta in una comica di Stanlio e Ollio intitolata Blotto. https://www.youtube.com/watch?v=u-DSKTyVfhI
Nel 1931 James Parrott, uno dei registi di punta del produttore Hal Roach e che diresse molte pellicole di Laurel e Hardy, dirige “Pardon Us” (Muraglie), in cui il duo si ritrova nella solita sfilza di guai a causa di un barile di birra. Per sfuggire alla giustizia e confondersi con gli operai di una piantagione di cotone, si tingono il volto di nero, e mentre Stan esegue uno dei suoi soliti balletti, Oliver ci regala una memorabile interpretazione di Lazy Moon, scritta nel 1905 da Bob Cole e Rosamund Johns https://www.youtube.com/watch?v=rZo8gllKsmI. Nello stesso film i due eseguono anche una versione molto personale di Swing Along Chillun, e un gruppo di carcerati canta in coro I Want to go Back to Michigan, scritta nel 1914 da Irving Berlin, e che ebbe un’altra illustre interprete alcuni anni dopo: Judy Garland nel musical Easter Parade del 1948. https://www.youtube.com/watch?v=x4jpzP_Zevs
Dello stesso anno Beau Hunks (i due legionari), precursore di Diavoli volanti: anche qui Stan e Oliver si ritrovano in una caserma della legione straniera, ancora una volta per dimenticare una storia d’amore di Oliver finita male. Nel film Hardy esegue The Ideal Of My Dreams accompagnandosi al piano, mentre Stan rovina una sedia in una delle sue solite gag https://www.youtube.com/watch?v=G0bnv2T2gmE
Nel 1933 esce forse il piu’ famoso dei lungometraggi della coppia, “Sons Of The Desert” (I Figli Del Deserto) diretto da W. Seiter, in cui Stan e Oliver mentono alle mogli per poter partecipare ad una riunione nazionale dei Figli del Deserto, una congregazione di buontemponi, per poi ritrovarsi ovviamente nei guai. Nel film viene eseguito due volte un motivo scritto per il film da Marvin Hatley, intitolato Honolulu Baby; la prima volta la canzone viene eseguita alla riunione dei Figli del Deserto da Ty Parvis, ed accompagnata da una danzatrice in costume Polinesiano (tuttavia la ragazza di Polinesiano ha ben poco); la seconda volta il motivo viene interpretato da Oliver Hardy stesso, davanti alla porta di casa https://www.youtube.com/watch?v=wZMtyM3oLtQ.
Sempre del 1933 The Devil Brother (Fra’ Diavolo) diretto dallo stesso Hal Roach, e tratto dalla famosa operetta di D. Auber Fra’ Diavolo, ispirata alla vita dell’omonimo brigante. In questa pellicola Laurel e Hardy tentano di spacciarsi per il famoso brigante, per poi incontrarlo di persona e ovviamente finire nei soliti guai. Nel film viene eseguito più volte lo stesso accattivante tema dell’operetta, anche dallo stesso Oliver, anche se in modo piuttosto goffo https://www.youtube.com/watch?v=vYNMo8b_Ybg
Nel 1934 da ricordare un altro musical intitolato “Babes in Toyland” (anche conosciuto come The March of the Wooden Soldiers, distribuito in Italia con lo stesso titolo Inglese). Parecchie le canzoni del film, tra cui Never Mind Bo Peep eseguita dal tenore americano Felix Knight.
Nel 1936 i due girano un altro musical intitolato “The Bohemian Girl” (La ragazza di Boemia), ambientato nel mondo dei girovaghi Boemi, ispirato ad un’opera teatrale di M.W. Balfe del 1843 con lo stesso titolo. Nel film la protagonista femminile, Jacqueline Wells esegue un brano dall’opera intitolato I Deamt I Dwelt In Marble Halls, con un ammirato Oliver che la osserva .https://www.youtube.com/watch?v=26tIOTH2u4g

Nel 1937 il regista J. Horne dirige Laurel and Hardy nel lungometraggio Way Out West (I Fanciulli Del West), nel quale la coppia esegue una delle più classiche ballate Americane di inizio ‘900, The Trail of the Lonesome Pine https://www.youtube.com/watch?v=B13QoA59tA4. Nello stesso film troviamo una scena che divenne poi un cult tra gli appassionati del cinema d’epoca, la Square Dance davanti al saloon, sulle note di At The Ball, That’s All https://www.youtube.com/watch?v=LXCwlO2jnYU. Sulla scena finale, Laurel, Hardy e Rosina Lawrence (che interpreta l’ereditiera Mary) si dirigono verso sud sulle note di I Want To Be In Dixie.
Nel 1938 Stan e Oliver girano Swiss Miss (Avventura a Vallechiara, ma il film venne anche distribuito con il titolo alternativo di Noi e… la Gonna) diretto da J.G. Blystone e prodotto dal solito Hal Roach, film costellato di memorabili canzoni. Tra le altre: The Mousetrap Song, The Cricket Song, e la memorabile Let Me Call You Sweetheart, eseguita da Oliver sotto la finestra dell’amata, ed accompagnata da Stan con un improbabile tuba https://www.youtube.com/watch?v=5RqjCV-pj7I
L’anno dopo, nel 1939 esce Flying Deuces (I Diavoli Volanti), in cui Laurel e Hardy si trovano in una remota caserma della legione straniera, dove Oliver spera di dimenticare un amore finito. Qui eseguono un altro dei loro tipici balletti, sulle note di un altro classico di inizio ventesimo secolo, Shine On You Harvest Moon, scritta da Nora Bayes e Jack Norworth, e interpretata dagli stessi autori alle Ziegfeld Follies https://www.youtube.com/watch?v=l9hmO-wOx-s
Laurel e Hardy girarono l’ultimo film insieme nel 1951, Atoll K (Atollo K), per la regia di Leo Joannon. Durante le riprese sia Oliver che Stan accusarono diversi problemi di salute, e Oliver inizio’ un lento declino fisico. I due parteciparono ancora ad alcune rappresentazioni teatrali dal vivo in Inghilterra.

Oliver Hardy morì il 7 agosto 1957, e Stan Laurel il 23 Febbraio 1965.
La loro leggenda vive, e le loro gag continuano a divertire generazione dopo generazione.

Marco Quaranta

Marco Quaranta

Marco Quaranta è nato a Torino, più di 20 e meno di 80 anni fa. 25 anni fa ha deciso che voleva vedere il mondo, e da allora ha vissuto dieci anni in Asia e quindici in Australia. Al momento vive a Melbourne. Marco é pazzo per la fantascienza, in tutte le sue forme. Gli piacciono anche il cinema, la musica e i giochi di ruolo.