A Polly con tutto il mio amore

Mi trovavo a casa dopo il ritorno da scuola in un pomeriggio qualunque.

Frequentavo un istituto professionale perché voglia di studiare zero assoluto, MTV sempre sulla televisione e libri aperti a caso su pagine che non sapevo fossero quelle giuste da studiare.

Facevo su e giù per il salone, scartabellavo i compact disc ed i primi vinili, studiavo per finta e leggevo intanto sul serio le riviste musicali, ero solo in casa – i miei lavoravano – ed in heavy rotation alla TV una marea di videoclip e poi…. “alla fine arriva Polly”, non il film con Ben Stiller e Jennifer Aniston ma Polly Jean Harvey nata a Yeovil il 9/10/1969. Il video in questione che mi folgorò fu To Bring You My Love; anno di grazia 1995. Io – sedici anni – vidi questa donna dagli strani lineamenti incorniciati in un corpo ancora più strano, il vestito rosso che avviluppava quel longilineo corpo immerso nell’acqua nera mi attirava a sè come una calamita, seguivo il ritmo cadenzato ed ipnotico della canzone e mi avvicinavo al tubo catodico. Si, non c’era schermo piatto all’epoca: io e Polly danzavamo sinuosamente insieme e per esser la prima volta ce la cavavamo benissimo.

Verso la fine della canzone presi velocemente carta e penna per appuntare il nome di questa sconosciuta, il quaderno di geografia o storia era lì, penna alla mano mi segnai PJ Harvey, To Bring You My Love, nome strano con quelle iniziali e poi il titolo della canzone “Per Portarti Il Mio Amore” tradotto da un vocabolarietto tascabile liso e maltrattato.

E l’amore era stato portato nel mio cuore quel pomeriggio di ventiquattro anni fa.Down by the water

Mia adorata ed amata Polly, da allora non sei più andata via dal mio cuore, sono cresciuto amando la tua arte, il tuo modo di evolvere nello spazio e nel tempo, hai alimentato il mio cuore irrorandolo di sentimenti contrastanti. Amo l’idea di amarti perché so che il nostro platonico amore è scandito dalla tua meravigliosa musica che amo, dai tuoi testi che vado a tradurre e che sento veramente scritti per me, sei una donna bellissima ai miei occhi e ho anche deciso di portarti per sempre sul mio braccio con un magnifico tatuaggio nella tua iconica posa Lick My Legs.

Ti scrivo queste righe perché devo sconfiggere il timore di poter esser oggettivo e sincero con te. Sai Polly, so che forse non ci incontreremo mai. E forse è meglio e giusto così, ma penso che noi intellettualmente ed artisticamente da sempre comunichiamo: scrivo da qualche anno anche perché in qualche modo scrivere di musica per la musica è un po’ come esser più vicino a te.

Vederti live ha alimentato ancor di più il mio amore verso di te e se a sedici anni era il tipico amore da ragazzino ora che ho quarant’anni anche il mio modo di amarti è cambiato, sono un uomo oramai e la tua musica mi ha aiutato, formato, cullato e cresciuto.

Polly ti ammiro sempre di più, in un modo sempre più viscerale, nei miei passi di danza ci sei un po’ tu, quando recito ci sei un po’ tu, quando scrivo ci sei un po’ tu, in ogni situazione ci sei sempre un po’ tu: fisicamente sul mio braccio sinistro ma ancora di più intellettualmente ed in sinergia con i nostri cuori pulsanti e il nostro sangue caldo e rosso carminio come il tuo vestito nel videoclip di To Bring You My Love.

Polly Jean Harvey porta sempre amore nel mio cuore per potere amare gli altri esseri umani come io amo e continuo ad amare te e la tua arte.

Hai compiuto cinquant’anni ed è un nuovo ciclo per te e so che darai al mondo i tuoi figli artistici con la tua nuova sensibilità come io ho compiuto quarant’anni e sento dentro me una nuova linfa ed energia vitale.

Mia adorata Polly Jean, ancora accorati auguri di buon compleanno da parte del tuo ammiratore più devoto. Ti amo immensamente con il mio cuore che è diventato più grande e più veloce a pompare sangue da quando ci siamo incontrati in quel pomeriggio nel mio salotto di casa.

Con amore, affetto ed ammirazione per sempre tuo
Daniele Rosa Cardinal

Oggi per la nostra redazione è stato il PJ Harvey Day. Leggi l’omaggio che abbiamo reso alla nostra amata Polly per il suo compleanno.

Daniele Rosa Cardinal

Banana : in azione sul dancefloor sotto la mirrorball,in prima fila nei live act,ovunque ci sia rock n roll vibrations e movida life girls i'm yours