Sempre più FolkClub!

Straordinario.
Questo è l’aggettivo giusto per qualificare il cartellone 2022-2023 del Folk Club di Torino, rivelato il 13 settembre nella storica sede di via Perrone 3bis.
Presentandolo con la consueta verve entusiastica di chi è consapevole di aver realizzato un lavoro eccellente, Paolo Lucà non ha lesinato i ringraziamenti ai volontari del club (prima fra tutti Cocchi Ballaira, stratega dei rapporti con la stampa) e al fedelissimo pubblico che, dopo la parentesi dovuta al lockdown anti-Covid, è tornato prepotentemente in presenza appena le condizioni lo hanno permesso.
Si parte domenica 25 con un’anteprima assoluta in terra italica: il nordirlandese Foy Vance è davvero un tipo da osservare dal vivo, essendo la sua una proposta che già su disco risulta convincente perché molto immediata, molto “live”, appunto. Non me lo farei scappare, e se avete visto le sue aperture per gli Stones a Twickenham, o in occasione delle sue presenze sul palco di artisti del calibro di Ed Sheeran, Bonnie Raitt, Elton John, immagino che la possibilità di assistere a questa performance sia più che allettante, considerando anche l’opening act del bravissimo connazionale Lee Rogers.
Ma durante la stagione ci sarà spazio per la solita varietà di proposte qualitativamente eccellenti, con la riproposizione delle rassegne “Radio Londra” (jazz & avanguardia), “Buscadero Nights” (roots rock) e “Tablao d’autore” (flamenco), e il ritorno di artisti particolarmente apprezzati in passate edizioni, fortemente motivati a ricalcare il prestigioso palco dall’apprezzamemto dell’attento pubblico.
Qualche nome di rilievo? Impossibile non citarli tutti, perché come nei migliori lavori discografici abbiamo “all killers, no fillers“: quelli della prima parte (ottobre/dicembre) parlano da soli e li trovate qui sotto. Per il 2023 abbiamo anticipazioni (Steve Wynn, Rhiannon Giddens & Francesco Turrisi, Alela Diane, Lula Pena, ecc.) di cui diremo più dettagliatamente a suo tempo.
Noi saremo lì, il più possibile in presenza, per farvi rivivere un po’ della magia vissuta al cospetto di artisti così importanti e per ciascuno faremo un richiamo biografico a ridosso dell’evento.
Per i più pigri, o semplicemente fisicamente distanti, ricordiamo che tutti i concerti (tranne quello di Foy Vance, su richiesta dell’artista) del palinsesto sono visibili anche in streaming, comodamente assisi in salotto sorseggiando una birra e dietro corresponsione di un obolo ridicolo (trovate tutto su www.folkclub.it).
Il Folk Club merita un premio per l’impegno organizzativo di tale livello e quel premio sarà la vostra risposta in termini di presenza: lo meritano.

25 settembre 2022: FOY VANCE (opening act: LEE ROGERS) (Northern Ireland)
1 ottobre 2022: MAURO PALMAS TRIO
7 ottobre 2022 (per la rassegna Radio Londra): DADO MORONI, ENZO ZIRILLI, RICCARDO FIORAVANTI più la partecipazione speciale di GEGÈ TELESFORO.

16 ottobre: OTIS TAYLOR (USA)

21 ottobre: STEVEN BERNSTEIN SEXMOB (USA)

22 ottobre (rassegna Buscadero Nights): MICHAEL McDERMOTT (USA)

4 novembre: FRANCO MORONE (con aggiunta di stage di chitarra acustica il giorno seguente, dalle 14:30 alle 19:30)

11 novembre: ALESSIA TONDO

12 novembre (per la rassegna Radio Londra): MARCO PEREIRA & ENZO ZIRILLI

18 novembre: MIHÁLI BORBÉLY POLYGON TRIO (HUN)
19 novembre (per la rassegna Tablao d’autore): FUESANTA “LA MONETA” con Mercedes Cortés e Jordi Flores (E)

26 novembre: FILIPPO GRAZIANI (Ivan25)

3 dicembre (per la rassegna Buscadero Nights): JESPER LINDELL (SVE)

10 dicembre: PIERRE BENSUSAN (F)

16 dicembre (per la rassegna Radio Londra): LIANE CARROLL, ROGER CAREY (UK) & ENZO ZIRILLI

23 dicembre: GIUA e ZIBBA

Massimo Perolini

Appassionato di musica, libri, cinema e Toro. Ex conduttore radiofonico per varie emittenti torinesi e manager di alcune band locali. Il suo motto l'ha preso da David Bowie: "I am the dj, I am what I play".