Anteprima TOdays Festival 2019

Torino si prepara a ricevere  nuovamente l’attesissimo appuntamento con quello che diventato uno dei festival musicali più importanti anche a livello europeo. Il dato emerso recentemente è questo: a poco meno di un mese dall’inizio dell’edizione 2019 è stato venduto il 90% degli abbonamenti. In altre parole si sta andando rapidamente verso un clamoroso sold-out già in prevendita, un successo ampiamente annunciato e strameritato per lo staff del direttore artistico Gianluca Gozzi.

Queste le sue parole di presentazione: “Non solo una sequenza di concerti e artisti per riempire un cartellone, ma una line up ambiziosa e mai schiava delle mode che mescola indimenticabili leggende e nuove stelle della musica internazionale: date uniche italiane, anteprime e produzioni esclusive europee in tre giorni nei quali si scoprono musiche nuove, strane, forti, che fanno bene, si urla fino a perdere la voce, si salta e balla come mai prima, e ci si risveglia felici, non perché ne vale la pena, ma perché ne vale la gioia…Ci siamo dati una sola regola: non avere regole! Perchè, giunti alla quinta edizione, a chi tende a tirare le somme, noi preferiamo chi fa la differenza.

Viviamo In un mondo che corre sempre più velocemente, appena termina un’edizione di un festival cominciano ad apparire gli annunci dei nomi che parteciperanno a quella successiva, uno strano vortice che ingloba artisti e appassionati. Da questa prassi si differenziano gli organizzatori del TOdays che con aplomb tutto torinese fanno le cose con calma e il programma viene annunciato normalmente tra la fine dell’inverno e la primavera quando gli assi vengono calati con cadenza settimanale. Anche la scelta di collocare le date verso fine agosto risulta vincente, il sovraffollamento di proposte di inizio estate è ormai lontano e il pubblico ha molta voglia di musica dopo un periodo di relax.

L’edizione di quest’anno è molto ambiziosa, il cartellone è di livello straordinario e completamente internazionale. E’ la prima edizione in cui non saranno presenti musicisti italiani, però gli artisti nazionali avranno ampia visibilità nell’ambito di TO-Lab, il progetto dedicato alla formazione e all’innovazione che si svolgerà  parallelamente al festival presso gli Arca Studios situati ai Docks Dora e alla Galleria d’Arte Gagliardi e Domke.

L’ambizione è sempre quella di sorprendere il pubblico abbinando nella stessa serata musicisti di estrazione profondamente diversa: durante la prima giornata assisteremo a quattro proposte molto diverse tra loro: inizia l’ex Hüsker Dü Bob Mould col suo granitico muro sonoro, un’offerta molto distante sia da quella psycho-pop dei Deerhunter, come da quella dei Ride pionieri dello Shoegazer, convocati a sostituire i Beirut dopo il forfait e soprattutto da quella degli Spiritualized di Jason Pierce che presenteranno la loro pregiata ricetta gospel-pop-psychedelica.

La seconda serata appare forse ancora più variegata: la proposta pop-soul di Adam Naas, francese dotato di una voce bellissima il cui uso del falsetto ricorda molto Prince, abbinato allo slow-core dei rispettatissimi LOW reduci del successo di critica e pubblico dell’estremo “Double Negative” e al rock-soul di Hozier (forse l’act più mainstream dell’intero festival, ma siamo pronti a farci stupire) è in apparenza piuttosto azzardata. Le scelte per la serata di chiusura appaiono più coese: all’insegna del Pop saranno impegnati gli australiani Parcels, la leggendaria chitarra degli Smiths Johnny Marr, ai campioni d’incasso belgi Balthazar e all’ex-leader dei Pulp Jarvis Cocker.

Tutto questo accade nel consueto spazio all’aperto di via Cigna 211, ma al termine di ogni serata basta trasferirsi all’ex Fabbrica Incet sempre in Via Cigna ma al numero 96/17 per assistere ad altri live e Dj-set che si protrarranno fino a notte fonda; anche in questa location il cartellone è interessantissimo, data la presenza di nomi di tutto rispetto quali Neils Frahm, Cinematic Orchestra, Dengue Dengue Dengue e tanti altri. Tutto questo compreso nel conveniente abbonamento giornaliero. Altre interessanti iniziative, spettacoli e workshop sono previsti al nuovo Mercato Centrale di Porta Palazzo e al Parco Peccei dove si esibiranno gli Sleaford Mods.

Ci si vede il 23 agosto, ci sarà da divertirsi. Ne siamo certi.

Il Programma del Festival:

sPAZIO211 mainstage:

VENERDI 23 AGOSTO:

RIDE
SPIRITUALIZED -data unica nord italia-
DEERHUNTER -data unica nord italia-
BOB MOULD (Husker Du) -data unica italiana-

SABATO 24 AGOSTO:

HOZIER -data unica italiana-
LOW -data unica italiana-
ONE TRUE PAIRING -data unica esclusiva italiana-
ADAM NAAS -data unica italiana-

DOMENICA 25 AGOSTO:

JARVIS COCKER (Pulp) introducing JARV IS… -data unica italiana-
JOHNNY MARR (The Smiths)
BALTHAZAR -data unica nord italia-
PARCELS -data unica italiana-

Ex INCET mainstage:

VENERDI 23 AGOSTO opening party:

CHANCHA VIA CIRCUITO -data unica italiana-
DENGUE DENGUE DENGUE -data unica italiana-
WOLF MÜLLER aka BUFIMAN -data unica italiana-
INTERSTELLAR FUNK -data unica italiana-

SABATO 24 AGOSTO:

THE CINEMATIC ORCHESTRA -data unica nord italia-
THE ART OF WHAT?! ART OF NOISE co-founders JJ Jeczalik & Gary Langan -data unica esclusiva italiana-

DOMENICA 25 AGOSTO:

NILS FRAHM -data unica italiana-
PARCO PECCEI stage:

DOMENICA 25 AGOSTO:

SLEAFORD MODS -data unica italiana-

Roberto Remondino

Roberto Remondino

"Wishin' and hopin' and thinkin' and prayin' Plannin' and dreamin' each night of her charms That won't get you into her arms So if you're lookin' to find love you can share All you gotta do is hold her and kiss her and love her And show her that you care".